Cos'è “Yates in the space”?

In origine ho aperto il blog Yates in the space soltanto per recensire i libri letti. Con il tempo però l'ho fatto diventare un vero e proprio taccuino dove trascrivo pensieri e condivido storie.

Negli ultimi due anni ho scoperto di amare smisuratamente la letteratura americana, che ha spodestato quella russa dal primo posto dopo esservi stata per lungo tempo. In generale mi incantano le storie che svelano la vera America; trovo estremamente puntuale e avvincente il realismo statunitense e per ciò ho un debole per le voci che non si rifiutano di raccontare l'America rurale, misera e provinciale. Tennessee Williams, Francis S. Fitzgerald, Jack London, Richard Yates, Henry David Thoreau e in particolare Jack Kerouac: sono loro, proprio loro, a placare la mia sete di America.

richard-yates_1

Qual è il significato del titolo?

  • Yates indica due soggetti: uno dei miei scrittori statunitensi preferiti, Richard Yates (che vedete nella foto qui sopra), e un personaggio fittizio di una serie TV americana andata in onda negli anni '50, ovvero Rowdy Yates, interpretato da un giovane Clint Eastwood (attore e regista molto importante perché mi ha introdotta al mondo del cinema).
  • In the space indica un altro mio interesse, molto meno approfondito rispetto alla letteratura e alla filosofia, ma comunque dotato di una sua importanza, ovvero l'astronomia, lo spazio.

Così, se a fianco di Yates mettiamo in the space - che letteralmente significa Yates nello spazio - si produce una sorta di paronomasia. Ripetendolo più volte a voce alta, mi sono resa conto che è un titolo molto carino, ma soprattutto è puntuale e significativo.

493946108-2

Come si usa questo blog?

Come ho già detto questo blog è una specie di taccuino, tutto quello che vi scrivo sopra è partorito dalla mia mente. Non faccio né ho mai fatto critica letteraria, e non mi interessa neanche provarci, perché quando scrivo sono tendenzialmente irrazionale. Io sono per l'anarchia della lettura e della scrittura. Dunque qui trovate soltanto impressioni, sensazioni e sentimenti, non analisi critiche o cose di questo tipo - che sono comunque lodevoli, ma non è compito mio fare questo genere di cose.

In ogni caso, a questo punto dovrebbe essere chiaro che il tema centrale del blog è l'America: l'America dei libri (e talvolta dei film), l'America che il mio ragazzo naturalmente mi trasmette, essendo americano, e l'America che presto vedrò e sperimenterò in prima persona. Per questo, trovate come categoria - o tag - principale quello di Americana, che si trova nel menù in alto.

Vagando verso l'ignoto e oltre, mi auguro che in questo blog potete trovare quello che vi occorre per viaggiare insieme a me in America e altrove.